Nostalgia di casa

È importante che un bambino sia in grado di esprimere questa vulnerabilità ai suoi genitori. I nostri genitori di maggior successo convalidano quei sentimenti di nostalgia di casa, ma non cercano di possederli per i loro figli. Confidando nella capacità di un bambino di superare quei momenti di nostalgia di casa, li autorizziamo a fidarsi delle loro decisioni in futuro.

Nel corso degli anni abbiamo visto che la trasparenza tra genitore e figlio, conversazioni aperte e oneste e permettere ai bambini di “possedere” la decisione del campo prima del campo riducono significativamente la possibilità, la frequenza e l’intensità della nostalgia di casa.

Partecipare

Nella nostra esperienza, i bambini che sono attivamente coinvolti nella scelta del campo che frequentano hanno spesso meno probabilità di provare nostalgia di casa. Se sperimentano la nostalgia di casa, sono più inclini a essere in grado di lavorare attraverso (con l’assistenza e la convalida di adulti di supporto sul personale del campo) quelle emozioni se sentono di aver avuto la proprietà sulla decisione di frequentare il campo in primo luogo.

Parlando del Campo

Abbiamo anche scoperto che i genitori che si prendono il tempo di parlare e ascoltare QUALSIASI potenziale paura che il bambino possa avere sul campo, forniscono davvero il supporto emotivo e la convalida che il bambino ha bisogno di provare prima del loro arrivo al campo. Un genitore che dice: “Oh, non dovresti preoccuparti di questo-ti PIACERÀ andare a cavallo!”sta togliendo la capacità personale del bambino di elaborare”, sono nervoso per andare a cavallo….ma se provo l’equitazione, e non mi piace, non devo più iscrivermi a quell’attività.”Inoltre, non imporre le tue paure a tuo figlio—potresti essere tu quello che è terrorizzato dai cavalli, ma le tue paure personali non dovrebbero influire sul desiderio di tuo figlio di provare nuove cose in un ambiente sicuro e controllato.

Un’altra chiave per un successo (e senza nostalgia di casa) prima esperienza camp durante la notte è aiutare un bambino a fare i collegamenti tra campo e precedenti esperienze “durante la notte”. Con i nostri campeggiatori più giovani, incoraggiamo davvero le precedenti visite notturne / viaggi con la famiglia e gli amici perché è un buon indicatore delle potenziali sfide che il bambino può avere al campo. Se un bambino vola a metà strada attraverso il paese per stare con la nonna e il nonno per una settimana ogni estate, lei non avrà alcune delle stesse apprensioni e preoccupazioni come un bambino che non ha mai trascorso una notte lontano da casa. In tal caso, il gioco di ruolo spesso aiuterà un bambino a pensare ad alcune delle preoccupazioni che potrebbe avere-come mamma che non le legge ogni notte, o papà che non è lì per baciarlo prima di andare a letto—e puoi decidere se una “corsa pratica” a casa di un familiare o di un amico potrebbe essere in ordine.

Come affrontare la nostalgia di casa

Infine (e più difficile) i genitori devono essere onesti con se stessi sull’esperienza del campo. Perché vuoi che tuo figlio vada al campo? Quali abilità speri che guadagnerà? Se queste abilità sono fiducia, perseveranza, resilienza, forza interiore o indipendenza, allora tu, come genitore, devi sostenere la crescita personale che avranno al campo notturno. Ciò può significare che si avrà una conversazione che assomiglia a questo:

Bambino: Anche se abbiamo parlato di tutte queste cose, se non mi piace il campo, puoi venire a prendermi?

Genitore: Se non ti piace il campo, voglio che tu mi scriva una lettera e mi faccia sapere cosa sta succedendo che non ti piace l’esperienza. Penserò a quello che hai detto, poi scriverò indietro. Alcuni giorni al campo potrebbero essere difficili, alcuni giorni potrebbero essere i più divertenti che tu abbia mai avuto, alcuni giorni potrebbero essere noiosi, e alcuni giorni potrebbero farti sentire come se fossi in cima al mondo. Abbiamo parlato molto di camp, e tu hai detto che ti senti pronto per questa esperienza. Sono eccitato per te, ed entusiasta di tutte le storie che dovrai dirmi quando torni a casa. Poiché credo in te e nel campo che abbiamo scelto insieme, non ti verrò a prendere dal campo se ti senti triste o nostalgia di casa. Sarò pronto a sentir parlare di tutti i bei momenti, e i momenti difficili, quando torni a casa.

E quando ricevi la triste lettera, fai un respiro profondo e sentiti libero di chiamare il direttore del campo e ottenere maggiori informazioni su cosa sta succedendo. Nella maggior parte dei casi, un bambino che scrive una lettera “triste” all’inizio del campo è assolutamente bene quando la lettera arriva a casa. Se il vostro bambino sta veramente avendo un momento difficile al campo, il direttore del campo spesso chiamare e creare una strategia con voi per aiutare il vostro lavoro bambino attraverso la sfida. Eppure spetta a voi come un genitore per creare una fondazione, e una comprensione, che—non importa quali sfide potrebbero venire modo del vostro bambino—si crede in lei abbastanza che si resisterà interferire con la sua esperienza.

Ricevere il dono del Campo

Se riesci a tenere a mente queste cose, darai a nostro figlio il dono del campo: un senso di sé, un senso di comunità, un senso della terra e un senso di meraviglia attraverso il divertimento e l’avventura. Stai dando loro l’opportunità di nuove, divertenti e stimolanti esperienze; l’opportunità di imparare la leadership necessaria, followership e abilità sociali; l’opportunità di giocare nel mondo naturale.

E, alla fine, se perdono casa un po ‘ —stanno imparando ad apprezzare la loro famiglia e gli amici che molto di più, troppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.