Diritti dei dipendenti durante un trasferimento TUPE

Dopo un trasferimento TUPE, i datori di lavoro possono concordare con i dipendenti di modificare un contratto di lavoro seguendo il solito processo. Ma ci sono altre cose da considerare se il motivo principale per cambiare il contratto è il trasferimento.

Se il motivo principale di una modifica del contratto è il trasferimento

Il nuovo datore di lavoro può apportare modifiche solo a causa del trasferimento se:

  • migliorano i termini e le condizioni, per esempio, il vostro datore di lavoro aumenta il tuo diritto alle ferie (ferie annuali)
  • c’è un ‘economica, tecnica o organizzativa’ (ETO) motivo che implicano un cambiamento nel mondo del lavoro, per esempio la vostra organizzazione ha bisogno di ristrutturazione

TUPE regolamenti dare una certa protezione per i vostri termini e condizioni, per un periodo indeterminato. Ad esempio, se il tuo nuovo datore di lavoro desidera modificare i termini e le condizioni 10 anni dopo, avrebbe comunque bisogno di un motivo valido per la modifica che non sia correlato al trasferimento.

Motivi ETO per modifiche contrattuali

Il datore di lavoro potrebbe voler modificare il contratto di lavoro a causa di un motivo “economico, tecnico o organizzativo” (ETO). Per legge, possono essere d’accordo con te se c’è anche un cambiamento nella forza lavoro, ad esempio una ristrutturazione o licenziamenti.

ETO motivi includono:

  • essenziale di risparmio di costi, requisiti (motivi economici)
  • l’utilizzo di nuovi processi o attrezzature (motivi tecnici)
  • apportare modifiche alla struttura di un’organizzazione (per motivi organizzativi)
Esempio – un valido ETO motivo per un cambiamento del contratto
PrintsCo è una grande organizzazione a Luton. Recentemente ha acquistato un’organizzazione più piccola chiamata Medias Creative a Dunstable. Tutti i 27 dipendenti di Medias Creative sono stati trasferiti a PrintsCo. La maggior parte della tecnologia di PrintsCo è più avanzata, a parte alcune attrezzature specialistiche ancora utilizzate in Medias Creative. Ciò significa che il lavoro può ora essere svolto da un minor numero di dipendenti. PrintsCo decide di ristrutturare la propria organizzazione e fa licenziare 5 dipendenti. Dopo aver consultato tutto il personale interessato, PrintsCo concorda con il personale interessato di modificare i loro contratti in modo che ora possano lavorare dalle sedi Dunstable o Luton. Questo è probabile che sia un valido motivo ETO perché c’è un motivo tecnico (nuove attrezzature) che comporta un cambiamento nel numero della forza lavoro (esuberi).

Esempio-un motivo ETO non valido per una modifica del contratto
Un college aveva personale che lavorava a 6 diversi set di termini e condizioni derivanti dai trasferimenti TUPE, quindi voleva mettere tutti agli stessi termini per facilità di amministrazione e ridurre i costi. Hanno licenziato e riassegnato un dipendente con un taglio salariale che hanno rifiutato di accettare. Questo è stato trovato per essere automaticamente ingiusto in un tribunale del lavoro. Il motivo del licenziamento è stato il trasferimento. Non è un motivo ETO valido perché il motivo principale del licenziamento è stato il trasferimento e le modifiche proposte non comportano un cambiamento nella forza lavoro.

Migliorare i termini e le condizioni per abbinare quelli del personale esistente

Dopo un trasferimento TUPE, è probabile che avrai termini e condizioni diversi per i dipendenti che già lavorano per il nuovo datore di lavoro.

Non hai diritto automatico agli stessi termini e condizioni.

Tuttavia, il nuovo datore di lavoro può scegliere di “armonizzare” i termini e le condizioni (modificarli in modo da avere gli stessi di altri dipendenti). Possono farlo solo se migliora i tuoi termini e condizioni. Essi possono scegliere di mantenere i termini e le condizioni gli stessi di prima.

I tuoi termini e condizioni non possono essere modificati in modo peggiore di prima, a meno che il tuo nuovo datore di lavoro non abbia un valido motivo ETO.

Il vostro nuovo datore di lavoro dovrebbe assicurarsi che eventuali differenze in termini non trattano particolari gruppi di dipendenti ingiustamente. Scopri di più sulla discriminazione e la legge.

Se il motivo principale di una modifica del contratto non è il trasferimento

Se una modifica del contratto non è correlata al trasferimento, i regolamenti TUPE non impediscono a te e al tuo datore di lavoro di apportare modifiche ai tuoi termini e condizioni.

Il tuo nuovo datore di lavoro potrebbe avere validi motivi per accettare le modifiche del contratto con te. Ad esempio, se le esigenze aziendali sono cambiate per motivi che non riguardano il trasferimento.

Tu e il tuo datore di lavoro dovete accettare qualsiasi modifica e seguire la procedura usuale per la modifica di un contratto di lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.