5 suggerimenti per ridurre CPC in Google AdWords

Google AdWords (parte di recente ri-battezzato Google Ad Manager) rimane, fino ad oggi, gli strumenti più semplici e potenti nel settore della pubblicità PPC. I potenti algoritmi automatizzano la maggior parte delle attività che altrimenti staresti rimescolando e il resto è abbastanza facile da aggirare grazie all’interfaccia intuitiva. Ma questo non vuol dire che il sistema è infallibile.

Il fatto è che, mentre le impressioni che possono essere acquistate sono praticamente infinite, il tuo budget multimediale non lo è sicuramente. Inoltre, i prezzi che finisci per pagare per ogni clic / conversione dipendono dalle offerte concorrenti per quelle stesse impressioni. Inevitabilmente, senza intervento, quei costi potrebbero accumularsi alle stelle se non si è vigili.

L’obiettivo rimane questo: massimizzare reach/ conversioni/ clic riducendo al minimo i costi per ciascuno. AdWords, per fortuna, può essere ottimizzato manualmente per ottimizzare il ROI da una campagna, indipendentemente dal settore / nicchia / prodotti/posizione / ecc. In questo post, stiamo andando oltre alcuni suggerimenti che è possibile applicare per ridurre CPC in AdWords.

Sidebar: ClickZ ha una comoda calcolatrice CPC, se lo trovi utile!

Pronto? Cominciamo.

1. Usa parole chiave long tail

Ricorda lo strumento di pianificazione delle parole chiave sfuggente? Se avete mai provato a trovare parole chiave rilevanti per il vostro business, probabilmente avete sentito parlare di questo. Ora è praticamente disponibile esclusivamente tramite Adwords.

Meno concorrenza = costo inferiore

Utilizza lo strumento per trovare il maggior numero possibile di varianti di parole chiave rilevanti, in particolare del tipo long tail. Questo è per due motivi. Innanzitutto, più specifica è una query di ricerca, maggiore è la ricerca dell’utente e, di conseguenza, l’intenzione di acquisto. Quindi un clic è significativamente più probabile che porti a una vendita/ conversione. In secondo luogo, le parole chiave a coda lunga riducono le spese inutili per le impressioni più competitive (che costano anche di più). Se sei in un settore altamente competitivo, i costi potrebbero essere astronomici.

Le parole chiave Long tail appariranno con volumi di ricerca notevolmente inferiori, ma non lasciare che ti deragli. Guardare al lato positivo – avranno avg inferiore. CPC (a causa di una minore concorrenza) e di alta rilevanza per il tuo sito web o per il tuo business (quindi, migliori possibilità di conversione). Hanno anche un punteggio di qualità superiore, che aiuta a migliorare il tuo grado di annuncio ( perché rank = max. CPC offerta x punteggio di qualità).

Ricordatevi di trovare e utilizzare quelle parole chiave coda lunga che colpiscono l’equilibrio tra bassa concorrenza, punteggio di qualità decente, e moderata ad alta avg mensile. volume di ricerca per massimizzare l’efficacia della campagna e ridurre i costi complessivi del CPC.

Tipi di test match per la tua nicchia

Ora che sai quali parole chiave vuoi indirizzare, puoi modificare i costi cambiando quanto strettamente vuoi abbinare i tuoi annunci a quelle query di ricerca.

Questo è chiamato tipo di corrispondenza e, a seconda della nicchia, la variazione CPC può essere da leggera a ridicolmente esorbitante tra diversi tipi di corrispondenza per le stesse parole chiave. Puoi ottenere una stima approssimativa delle differenze tra i tipi di partita nel tuo settore/ nicchia (senza influire sul costo della campagna in esecuzione) mettendo in pausa la campagna, cambiando i tipi di partita, quindi controllando le stime dell’offerta. Confronta i costi con cui stavi correndo prima e lo saprai.

È una buona idea sperimentare questo e scoprire le differenze in tempo reale nei costi e nelle conversioni per la tua nicchia tra ogni tipo di partita (perché le stime non tengono conto delle variabili di offerta come la stagionalità). A tale scopo, creando diversi gruppi di annunci, indirizzandoli alla stessa parola chiave, impostando un tipo di corrispondenza diverso per gruppo di annunci.

In generale le corrispondenze esatte o le corrispondenze di frasi tendono ad essere più costose del tipo di modificatore di corrispondenza ampia (BMM). Tuttavia, il targeting esclusivo di parole chiave a coda lunga in nicchie a bassa concorrenza potrebbe praticamente rendere simili i costi per questi tipi di corrispondenza. Pertanto, è meglio testare e implementare il tipo di corrispondenza che produce il maggior numero di clic per il costo più basso.

I marketer meno esperti finiscono per seguire il percorso predefinito utilizzando BMM per ridurre i costi CPC. Mentre questo consente di risparmiare tempo nella maggior parte dei casi, dovrebbe anche essere accompagnato da un elenco piuttosto ampio di parole chiave negative per assicurarsi che non stai accumulando costi ancora più elevati per tutte le query di traffico e di ricerca irrilevanti. Il modificatore “Broad” in Broad Match è piuttosto letterale, ragazzi.

Prova e ottimizza di conseguenza (e condividi ciò che funziona per la tua nicchia nei commenti qui sotto!)

Crea annunci pertinenti

Se hai familiarità con i principi di base di SEO, non avrai problemi a credere che all’interno dei sistemi labirintici di Google, la rilevanza è la chiave del successo. Sia che tu stia creando un blog o ottimizzando la tua campagna pubblicitaria, la rilevanza deve essere sul sedile anteriore.

AdWords utilizza la pertinenza per assegnare il punteggio di qualità ai tuoi annunci. Come accennato in precedenza, Ad Rank = Max. CPC offerta x punteggio di qualità. Quindi, l’ottimizzazione degli annunci per una maggiore rilevanza assicura che gli annunci continuino a classificarsi bene nonostante offerte inferiori o meno aggressive, rispetto ai concorrenti.

In primo luogo, guardare attraverso le parole chiave. Vai alla scheda parole chiave e passa il mouse su una parola chiave per visualizzare il livello di rilevanza. Tutto ciò che ha bisogno di lavoro avrà’ Sotto la media ‘ in pertinenza annuncio.

Come ottimizzi questi annunci? Pensate a come SEO Copywriting 101. Cerca di includere la parola chiave del gruppo di annunci nel titolo e nella descrizione. Ricordarsi di farlo sembrare organico (in senso figurato) e non martellato.

Va anche da sé che si dovrebbe aggiungere quelle stesse parole chiave all’interno della copia della pagina di destinazione assegnato a quel particolare gruppo di annunci. Questo mi porta al mio prossimo punto.

Verifica più pagine di destinazione

La pagina di destinazione è un importante fattore di punteggio di qualità per i tuoi annunci. Il punteggio di qualità determina il grado dell’annuncio. Vedi le somiglianze tra l’ottimizzazione delle campagne AdWords e l’ottimizzazione dei contenuti per una migliore visualizzabilità in SERP?

Per migliorare ulteriormente il tuo punteggio di qualità (in modo da poter continuare a superare i concorrenti riducendo allo stesso tempo le tue offerte CPC), presta molta, molta attenzione alla copia e all’esperienza della pagina di destinazione.

Come ho detto nel punto precedente, incluse le parole chiave del gruppo di annunci nella copia della pagina di destinazione è sicuro di rinforzare la pertinenza della pagina (e di conseguenza, la propria dell’annuncio). Ma non si ferma alla sola copia. Google si aspetta un’esperienza di landing page di livello mondiale.

Non entrerei troppo nei dettagli, dal momento che le basi dell’ottimizzazione della velocità della pagina e della qualità UX sono già abbastanza accuratamente coperte. Un trucco molto accurato è quello di seguire il percorso Progressive Web App (PWA) per le tue pagine di destinazione, poiché controllerà quasi tutti i marcatori che Google ha per una grande esperienza web su tutti i dispositivi.

Informazioni sui gruppi di annunci

Si tratta tanto di buone capacità organizzative quanto di migliorare la pertinenza degli annunci (e abbassare il CPC senza influenzare troppo il rango).

A seconda della gerarchia strutturale del tuo sito web (e anche di quella della tua attività, francamente), è buona norma strutturare gruppi di annunci e parole chiave attorno a diversi prodotti/ servizi / offerte promozionali che desideri pubblicizzare online, con una propria pagina di destinazione separata.

Questo può essere un po ‘ scoraggiante da fare (soprattutto per i siti di e-commerce con innumerevoli prodotti), ma a lungo termine, fornisce un ottimo punteggio di qualità per ogni annuncio che esegui, semplicemente perché diventa molto più rilevante per Google e per il cliente/ cliente.

Conclusione

Nonostante la fantastica facilità di offerta automatizzata, la pubblicità programmatica non è infallibile. Qui sta la necessità di pensare strateghi come te per modificare il sistema e raccogliere i frutti.

Per massimizzare il ROI della tua campagna AdWords,

  1. Target parole chiave coda lunga con alta avg. volume di ricerca mensile e bassa concorrenza
  2. Non prendere il “BMM costa meno” drivel al valore nominale. Tipi di partita di prova per le parole chiave e trovare ciò che funziona meglio per voi.
  3. Ottimizza la copia dell’annuncio per pertinenza
  4. Ottimizza l’esperienza della pagina di destinazione – suggerisci percorso PWA
  5. Ristruttura i tuoi gruppi di annunci in modo che ognuno si concentri su diversi prodotti/ servizi/ offerte promozionali che desideri pubblicizzare.

Tieni a mente: abbassare i costi è tutto bene, ma non è la fine per qualsiasi marketer che si rispetti. Devi anche colpire i KPI e ottenere risultati, cosa che non puoi fare se ti concentri esclusivamente sul taglio dei costi indipendentemente dalle prestazioni della campagna pubblicitaria.

In questo post, ho delineato alcuni modi per abbassare CPC senza abbattere il rango annuncio troppo. Perché alla fine, a cosa servirà penny pinching se non ci sono clic o conversioni da mostrare per questo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.